Olio essenziale di Origano: uno degli antibiotici più efficaci che l’uomo conosca

L’origano è una potente erbe con proprietà curative uniche, olio essenziale di origano è l’antibiotico più potente del mondo!

Sapete che l’origano è otto volte più antiossidante di mele e tre volte tanto quanto i mirtilli? Gli antiossidanti sono necessari per proteggere il nostro corpo contro danni dei radicali liberi,  aumentare il sistema immunitario in modo naturale.

Olio essenziale di Origano

Olio essenziale di Origano

La distribuzione di olio di origano è iniziata nel Grecia antica. In greco la parola origano è tradotto come la gioia delle montagne. I Greci furono i primi ad usare olio per scopi medicinali, come ad esempio un potente antivirale, antibatterico, antisettico, agente antimicotico e anche come rimedio per il dolore e infiammazione. E ‘stato il principale strumento antibatterico usato da Ippocrate. Le foglie di origano sono state tradizionalmente usate per il trattamento di malattie legate ai sistemi respiratorio e digerente.

Origano: Attività biologica

L’origano non ha ottenuto l’approvazione ufficiale per alcun tipo d’indicazione terapeutica, tuttavia, al suo olio essenziale sono ascritte diverse proprietà.
Le attività attribuite al suddetto olio che spiccano maggiormente sono sicuramente quelle antibatteriche e antimicotiche. Tali proprietà, infatti, sono state confermate da diversi studi condotti in vitro e sono imputabili al timolo e al carvacrolo contenuti proprio nell’olio essenziale della pianta.
L’azione antibatterica dell’olio essenziale di origano si esplica sia nei confronti dei batteri Gram-positivi (come, ad esempio lo Staphylococcus aureus), sia nei confronti dei batteri Gram-negativi (come, ad esempio, l’Escherichia coli).
L’azione antimicotica, invece, è risultata particolarmente efficace contro funghi quali Aspergillus nigerAspergillus terreusCandida albicans e varie specie appartenenti al genere Fusarium.
All’origano vengono, inoltre, attribuite proprietà antiossidanti che sono state confermate da vari studi condotti in merito. Più nel dettaglio, tali attività sono imputabili sia all’olio essenziale, sia alla frazione non polare del residuo che si ottiene dopo l’estrazione dello stesso olio essenziale dalla pianta. L’azione antiossidante della suddetta frazione non polare sembra sia dovuta al suo relativamente alto contenuto di gamma-tocoferolo.
Inoltre, l’olio essenziale di origano ha dimostrato di possedere anche un’interessante attività antiparassitaria, specialmente nei confronti di parassiti intestinali quali Blastocystis hominisEntamoeba hartmanni ed Endolimax nana.
Infine, all’acido rosmarinico isolato dall’origano (ma presente anche all’interno del rosmarino) sono state attribuite proprietà antimutageniche e anticarcinogeniche.

Origano nella medicina popolare e in omeopatia

Nella medicina popolare, l’origano viene utilizzato come rimedio interno per il trattamento di svariate affezioni delle vie respiratorie, quali tosse, infiammazioni bronchiali e affezioni catarrali (rimedio espettorante), ma non solo. Infatti, la pianta viene usata per via interna anche nel trattamento della dispepsia, dei disturbi del tratto urinario, dell’artrite reumatoide, della dismenorrea e della scrofolosi.
Inoltre, la medicina tradizionale utilizza l’origano all’interno di preparazioni per uso topico che vengono impiegate per contrastare le infezioni sostenute da Herpes simplex virus.
La medicina cinese, invece, utilizza l’origano come rimedio per il trattamento di raffreddori, febbre, dissenteria, vomito ed ittero; oltre ad impiegarlo, addirittura, come rimedio per contrastare gli stati di malnutrizione nei bambini.
L’origano viene sfruttato anche dalla medicina omeopatica, dove lo si può facilmente trovare sotto forma di tintura madre, gocce orali e granuli.
In quest’ambito, la pianta viene utilizzata in caso di eccessiva eccitazione sessuale e ninfomania, oltre a trovare impiego come rimedio per il trattamento di infezioni delle vie aeree, tossi e bronchiti.
La quantità di rimedio omeopatico da assumersi può variare da individuo a individuo, anche in funzione della tipologia di disturbo che si necessita trattare e del tipo di preparazione e di diluizione omeopatica che si vuole utilizzare.

Olio essenziale di Origano è un’ antibiotico potentissimo

L’olio essenziale viene estratto tramite distillazione in corrente di vapore dalle foglie fresche di origano. Olio essenziale di Origano è un concentrato denso di minerale, contiene calcio, magnesio, zinco, ferro, potassio, rame, boro, manganese, vitamine C, A (beta-carotene), niacina.
Olio di origano contiene quattro gruppi principali di sostanze chimiche che sono agenti di guarigione attivi.

Fenoli, tra cui carvacrolo e timolo, che agiscono come antisettici e antiossidanti.

Terpeni, tra cui pinene e terpinene, che possiedono proprietà antisettiche, antivirali, anti-infiammatori e anestetici. Linalolo e bonreol sono due alcoli a catena lunga che si trovano in olio di origano e presentano proprietà antivirali e antisettiche.

Esteri includono acetato linalile e acetato di geranile. Essi presentano proprietà antifungine. Anche se tutti questi composti possiedono proprietà curative, il composto primario più significativo che si trovano in olio essenziale di Origano è carvacrolo. La ricerca scientifica ha dimostrato, che il carvacrolo è uno degli antibiotici più efficaci noti dalla scienza.

Non tutti gli oli di origano sono uguali

Reale selvatico Origano Mediterraneo deve essere uno dei Origanum vulgare  o Thymus capitatus, che cresce soprattutto in Grecia e in Spagna. E ‘molto importante per assicurarsi che olio di origano è derivato da questi due tipi,  deve anche avere la concentrazione di carvacrolo del 70% o più. Ancora più importante, olio l’essenziale di Origano non crea tensioni dannose nel corpo e non ha effetti collaterali degli antibiotici.

Inoltre, è efficace contro i batteri pericolosi e perfino mortali, senza apportare cambiamenti biologici nel corpo. Olio essenziale di Origano nutre il corpo e non riduce le sostanze nutritive come gli antibiotici convenzionali lo fanno. E se si guardano le statistiche, le persone nel Mediterraneo vivono più a lungo per la maggior parte,  forse anche a causa di origano, che si aggiunge alla maggior parte dei piatti della cucina mediterranea!

Attenzione: l’olio essenziale di origano, a causa della sua alta concentrazione, deve essere utilizzato esternamente. Per uso interno se ne possono utilizzare al massimo una  o due gocce diluite nel tè o nel miele, non con sostanze derivate dal latte.