Bevanda allo zenzero per rimuovere i calcoli renali pulire il fegato e perdere 5 kg

È possibile utilizzare questa bevanda allo zenzero per rimuovere i calcoli renali, perdere 5 kg e pulire il fegato è molto semplice e facile da fare. Lo zenzero è cibo medicinale antico. Possiede enormi capacità di rafforzare il sistema immunitario, migliorare la digestione e ridurre l’infiammazione.Ognuno ha un limite che doeve rispettare e anche se molte volte siamo tentati di mangiare molto di più di quello che ci piace tanto, pagheremo le conseguenze con problemi digestivi, problemi del fegato e renali.

Bevanda allo zenzero per rimuovere calcoli renali

Bevanda allo zenzero per rimuovere calcoli renali

Il fegato in particolare ha la particolarità di essere un organo con effetto cumulativo e anche se non ti darà indicazioni di essere colpito dopo ogni pasto abbondante, lo farà ad un certo punto quando non può più elaborare tutte le tossine che deve eliminare .

Anche se in alcuni casi è necessario un intervento chirurgico, esistono alcuni rimedi naturali da preparare in casa che aiutano a scioglierli.

In questa occasione vogliamo condividere la ricetta di un tè a base di zenzero e curcuma, due ingredienti antinfiammatori e depurativi la cui assunzione può essere molto favorevole.

Tè allo zenzero e curcuma per combattere i calcoli renali

La bevanda naturale a base di zenzero e curcuma è un ottimo complemento per combattere i calcoli renali di dimensioni moderate.

Entrambi gli ingredienti sono ricchi di sostanze attive che favoriscono la pulizia dei reni e l’eliminazione dei rifiuti che causano la formazione dei calcoli.

Ci sono molti prodotti che la natura ci permette di purificare il corpo in modo profondo, ma oggi ci riferiremo puntualmente a prodotti che oltre agli effetti purificanti hanno proprietà anticancro e riducono il rischio di problemi cardiaci.

La radice di zenzero è un ingrediente naturale valorizzato sin dall’antichità per via della sua ricchezza di composti antinfiammatori, analgesici e disintossicanti.

Si usa spesso come base per trattamenti contro i disturbi digestivi, poiché è carminativo, antibatterico e diuretico.

Rappresenta anche un antico rimedio contro le malattie del sistema urinario, tra le quali sono inclusi i calcoli, che compromettono la salute dei reni.

Il gingerolo, il suo componente attivo, distrugge, in modo indolore ed efficace, le piccole pietre che ostruiscono le vie urinarie.

La curcuma è una delle spezie più indicate per disintossicare il sangue e migliorare la salute dei reni.

Il suo principio attivo, la curcumina, le conferisce effetti antiossidanti, antinfiammatori ed analgesici che possono essere utili nel trattamento di un’ampia varietà di malattie.

Si utilizza da centinaia di anni come rimedio per pulire i reni, poiché riduce l’infiammazione, elimina le tossine e favorisce la distruzione dei calcoli formati da sali e proteine.

Esercita un effetto protettivo sulle vie urinarie, non solo perché ne impedisce l’ostruzione, ma anche perché fornisce una barriera protettiva contro i batteri ed i virus che causano le infezioni.

Questa infusione che prepareremo oggi ti aiuterà a eliminare tutto ciò che i rifiuti ei residui presenti nel tuo fegato contaminano il sangue e provocano disturbi di tutti i tipi.

Ricorda che il fegato filtra le tossine che entrano nel corpo e se non riesci ad adempiere al tuo ruolo principale, ciò si riflette nella tua salute generale.

Ingredienti

  • 1 pezzo di radice di zenzero (1 pollice o 2,5 cm)
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere (5 g)
  • ½ litro d’acqua
  • 1 cucchiaio di miele biologico (25 g) (facoltativo)

Procedimento

  • Mettete l’acqua a riscaldare in una pentola e, una volta giunta ad ebollizione, versatela in una caraffa con la radice di zenzero e la curcuma in polvere.
  • Lasciate riposare dai 10 ai 15 minuti, affinché gli estratti delle spezie si concentrino.
  • Trascorso questo tempo, filtrate il liquido, servite in una tazza ed addolcite con del miele.
  • Bevetelo preferibilmente a digiuno, tutti i giorni.

Controindicazioni

  • Questa bevanda non deve essere assunta da persone affette da malattie epatiche.
  • Può risultare controproducente nei soggetti che soffrono di ulcere, gastrite o colon irritabile.
  • Nel caso in cui si stia seguendo un trattamento farmacologico, la cosa migliore è consultare uno specialista per determinare se le proprietà di questo tè possono interferire con le medicine in questione.

Per concludere, è fondamentale chiarire che questo rimedio è un complemento contro i calcoli renali e, anche se in molti casi è efficace, è sempre meglio consultare un medico. Anche il sistema immunitario sarà favorito perché aumenterà le nostre difese e la nostra energia.
Speriamo che l'articolo sia utile, condividilo con i tuoi amici. Grazie!

loading...