Trombosi venosa profonda: 7 alimenti per prevenire un coagulo di sangue mortale

I coaguli di sangue che si depositano in profondità nelle vene delle nostre gambe sono chiamati trombosi venosa profonda, o TVP, e possono essere mortali. Non solo il coagulo blocca il flusso di sangue verso l’area interessata, ma a volte può liberarsi e viaggiare verso il cuore o i polmoni dove può causare la morte.

Il formarsi di coaguli nelle vene è qualcosa di potenzialmente molto pericoloso, perché se si blocca il normale scorrere del sangue. Alcune malattie aumentano il rischio di Trombosi venosa profonda, inclusi cancro, malattie cardiache, malattie infiammatorie intestinali e disordini ereditari della coagulazione. Ma c’è il rischio per chiunque, anche in assenza di queste condizioni. Ecco perché è così importante essere consapevoli del ruolo che la dieta svolge nella formazione della trombosi venosa profonda. In realtà c’è molto che puoi fare per fare la differenza.

formazione di coaguli e trombosi venosa profonda

formazione di coaguli e trombosi venosa profonda

 Un coagulo nelle vene è invisibile, ma ci sono dei segnali esterni che il tuo corpo potrebbe lanciarti per avvisarti e permetterti di correre ai ripari: ecco quali sono.

HAI IL FIATO CORTO

Se ti senti il fiato corto, se provi senso di vertigine e un’accelerazione dei battiti cardiaci, potresti avere qualche vena ostruita o in via di ostruzione. Corri subito dal tuo medico per verificare la causa del tuo malessere.

HAI SPESSO FORTI MAL DI TESTA

Avere mal di testa frequentemente e di una notevole intensità, specie se accompagnato da una certa difficoltà ad esprimersi e a parlare, potrebbe essere indice di coaguli nel cervello.

HAI LA PANCIA DOLORANTE E GONFIA

La pancia gonfia è spesso sintomo di un’intossicazione alimentare, ma potrebbe anche essere causata da un coagulo nella cavità addominale.

HAI DOLORE AL PETTO E FAI RESPIRI PROFONDI

Secondo il National Blood Clot Alliance questo sintomo indica la presenza di un coagulo di sangue nei polmoni, che è uno dei più gravi: se provi dolore al petto non esitare a consultare un medico.

PROVI DOLORE ALLE GAMBE 

Se le gambe ti fanno male e sono sensibili più del solito questo potrebbe indicare una trombosi alle vene. Questo sintomo viene definito comunemente “crampo”.

HAI LE GAMBE GONFIE

Il gonfiore è un altro sintomo di trombosi venosa profonda, che può avere conseguenze molto gravi. Si tratta di una condizione purtroppo molto diffusa.

TI COMPAIONO SULLE GAMBE DEGLI EMATOMI

L’ematoma è un coagulo di sangue e si può formare quando urti contro qualcosa; ma se noti delle strisce rosse e calde al tatto che compaiono senza motivo apparente potresti avere dei problemi di circolazione.

HAI UNA TOSSE SECCA E COSTANTE

La tosse non legata a infezioni delle vie respiratorie o della gola potrebbe essere causata da un coagulo di sangue nella zona toracica: controlla la frequenza dei battiti cardiaci e se avverti dolore al petto.

Per cercare di evitare la formazioni di coaguli nel tuo sangue cerca di evitare alcune cattive abitudini come il fumo o una vita troppo sedentaria. I fattori più comuni di rischio a cui devi porre attenzione sono l’obesità, la presenza di una malattia tumorale e l’età avanzata (oltre i 65 anni). Corrono il rischio di coaguli nel sangue anche le donne in gravidanza e quelle che prendono la pillola anticoncezionale.

Fortunatamente, la trombosi venosa profonda è curabile se la prendi abbastanza presto. Ma perché correre il rischio quando è così facile ridurre significativamente le probabilità di sviluppare un coagulo mangiando cibi più deliziosi?

Prevenire rischio della formazione di coaguli e trombosi venosa profonda

1. Bevi più acqua

Un fattore importante che contribuisce alla formazione di coaguli di sangue è la disidratazione. Quando non hai abbastanza acqua nel sangue, il sangue si addensa. Ciò spinge il rischio per un coagulo. Anche se gli esperti hanno recentemente messo in dubbio la raccomandazione standard per 6-8 bicchieri d’acqua da bere ogni giorno, assicurandoti di bere almeno così tanto per avere più tranquillità.

Un altro modo per controllare se bevi abbastanza acqua è guardare il colore della tua urina. Dovrebbe essere giallo chiaro o quasi chiaro. Se è arancione o marrone, non si beve abbastanza acqua per ridurre il rischio di TVP.

2. Mangia un Kiwi

Una dieta ricca di frutta e verdura è importante per la salute, compresa la prevenzione della trombosi venosa profonda. Tuttavia, i ricercatori dell’Università di Oslo in Norvegia suggeriscono che il kiwi supera il resto in termini di prevenzione di coaguli pericolosi. Il loro studio ha rilevato che le persone che mangiavano 2-3 kiwi ogni giorno avevano un’attivazione piastrinica inferiore, rispetto alle persone che non ne mangiavano.

L’attivazione delle piastrine inferiore si traduce in un minor rischio di coaguli di sangue, e il kiwi è anche ottimo per abbassare i livelli di colesterolo. Ma non preoccuparti se non ti piace il kiwi. Altri frutti che contengono salicilati, che inibiscono la coagulazione del sangue, comprendono arance, fragole, mirtilli, mirtilli rossi, uva, uvetta e prugne secche.

3. Aggiungi le spezie alla tua dieta

Uno dei modi più semplici e saporiti per ridurre il rischio di TVP è quello di mangiare molto aglio. A partire dal tempo degli antichi egizi, le persone hanno usato l’ aglio come medicina . Ha distinte capacità di fluidificare il sangue con il suo sapore e odore pungente.

Ma non è solo aglio . Altre erbe e spezie ad alto contenuto di salicilati includono timo, curry, curcuma, pepe di Caienna, paprika, liquirizia, menta piperita e zenzero. Non cadere nella trappola di credere che una dieta sana debba essere blanda – aggiungi qualche spezia.

4. Passare all’olio di oliva extra vergine

L’olio d’oliva è molto più sano degli oli vegetali per la salute cardiovascolare in generale, incluso il rischio di sviluppare coaguli di sangue. L’American Journal of Clinical Nutrition ha concluso che sono i fenoli nell’olio di oliva extra vergine possono abbassare il livello di alcune sostanze nel sangue che promuovono i coaguli.

E ‘super facile usare l’olio d’oliva per cucinare, ma puoi anche infonderlo con l’aglio e altre erbe che sono ottimi anticoagulanti naturali per fare un condimento eccellente per insalata e pane.

5. Godetevi noci e cereali integrali

Sia le noci che i cereali integrali sono ricchi di vitamina E, che è un naturale diluente del sangue. Gli studi dimostrano che consumare più vitamina E può non solo ridurre il rischio di sviluppare un primo coagulo, ma anche impedire alle persone che hanno già sperimentato la TVP di sviluppare ulteriori coaguli .

Le grandi scelte alimentari includono noci, mandorle e nocciole. I cereali come l’avena , il grano e le lenticchie sono anche ricchi di vitamina E.

6. Concentrati su pesce e lino

Gli alimenti ricchi di acidi grassi omega-3 aiutano a fluidificare il sangue e prevenire sia i coaguli che l’infarti. Gli studi hanno dimostrato che l’aggiunta di ulteriori 1,8 grammi di acidi grassi omega-3 alla vostra dieta ogni giorno può migliorare significativamente il flusso di sangue e diminuire lo spessore delle arterie.

La fonte più nota di omega-3 è il pesce, in particolare il salmone, l’aringa, lo sgombro, la trota e le acciughe. Ma ci sono anche grandi fonti di piante disponibili per le persone che non amano il sapore del pesce. Semi di lino e semi di girasole sono fonti ricche.

7. Sorseggiare vino rosso o succo d’uva

Ecco le buone notizie. Quel bicchiere di vino che bevi la sera può effettivamente aiutare a prevenire lo sviluppo di coaguli di sangue. Il vino rosso è particolarmente buono perché contiene un alto livello di flavonoidi che prevengono i coaguli controllando la produzione di piastrine. Se non bevi alcol, anche il succo d’uva rossa è utile.

E anche se il vino non fa per te, l’alcol in generale è un potente fluidificante del sangue. Sembra funzionare riducendo l’aggregazione piastrinica e i livelli di fibrinogeno (il fibrinogeno è un coagulatore del sangue), aumentando allo stesso tempo la fibrinolisi, che è il processo che dissolve i coaguli.

Parola finale: limiti ai grassi trans

Abbiamo parlato molto degli alimenti che dovrebbero essere aggiunti alla vostra dieta per ridurre il rischio di coaguli di sangue e di trombosi venosa profonda pericolosa. Sono tutti cibi gustosi che non dovrebbero essere troppo difficili da mangiare. Ma nulla è mai totalmente facile quando si tratta di salute. È inoltre necessario prestare attenzione a ridurre l’assunzione di grassi saturi e trans .

Il grasso saturo aumenta l’infiammazione e questo rende difficile il flusso del sangue scorrere liberamente. Pertanto, è importante ridimensionare i prodotti lattiero-caseari grassi,  grassi animali e snack spazzatura sia salati che dolci. Gli alimenti confezionati nascondono anche una quantità scioccante di grasso, quindi assicurati di leggere le etichette nel negozio.

La buona notizia è che, una volta che hai raccolto il sapore del tuo cibo con le nostre erbe e spezie raccomandate, bevendo più acqua e godendo di frutta e noci, ti sentirai più soddisfatto della tua dieta quotidiana e brami meno la materia grassa. E infine, uno dei maggiori rischi per la TVP è uno stile di vita sedentario, quindi assicurati di muoverti abbastanza ogni giorno, anche se non riesci ad andare in palestra.