Cannella e miele per abbassare colesterolo e rinforzare sistema immunitario

La combinazione di cannella e miele è nota per essere estremamente utile nei trattamenti di numerose malattie. Vale a dire, il miele è probabilmente il più sano fra gli alimenti naturali, ed è stato utilizzato per millenni in tutto il mondo.

Inoltre, non ha effetti collaterali , rendendolo utilizzabile da tutti, in varie condizioni di salute. Anche se ha un sapore dolce, secondo gli scienziati, se consumato con moderazione, può essere utilizzato anche da pazienti diabetici .

Tuttavia, quando combinato con la cannella, i suoi benefici si amplificano esponenzialmente.

Cannella e miele abbassa colesterolo e rinforzare sistema immunitario

Questo è ciò che questa combinazione medicinale può fare per la vostra salute:

SISTEMA IMMUNITARIO: Il consumo regolare di questa combinazione rinforza il sistema immunitario e lo protegge da virus e batteri. Il miele è abbondante in ferro e numerose vitamine, quindi il suo uso rafforza i globuli bianchi impedendo o contrastando attacchi virali e batterici.

COLESTEROLO: La ricerca ha dimostrato che una miscela di 2 cucchiai di miele + 3 cucchiaini di cannella in polvere in circa 500ml di acqua , rende la tisana che ne scaturisce capace di abbassare il colesterolo nel sangue del 10 per cento nel giro di due ore. Inoltre, il suo uso tre volte al giorno tratta forme croniche di colesterolo .

Raffreddore: Un cucchiaio di miele con un ¼ cucchiaio di cannella su una base quotidiana per tre giorni possono alleviare i sintomi del raffreddore gravi;

INFLUENZA: Scienziati spagnoli hanno dimostrato che il miele comprende n ingrediente che impedisce l’influenza e distrugge i germi influenzali.Il segreto sembra essere una proteina del sistema immunitario delle api(defensina-1).
E’ una proteina il componente finora “segreto” contenuto nel miele e capace di uccidere i batteri. La defensina-1, che si trova nel sistema immunitario delle api, è stata scoperta durante uno studio condotto dai ricercatori del Centro Medico Accademico di Amsterdam, che ha chiarito la base molecolare dell’attività antibatterica.

La dolce notizia è stata pubblicata sulla rivista della Federazione delle Società americane di Biologia sperimentale, Faseb journal, dove si anticipano i possibili usi antibiotici: la proteina di origine animale potrebbe un giorno essere usata per trattare ustioni e infezioni della pelle e per sviluppare nuovi farmaci contro le infezioni resistenti agli antibiotici.

«Il miele o suoi componenti isolati – spiega uno degli scienziati – potrebbero essere di grande importanza per la prevenzione e il trattamento di infezioni causate da batteri antibiotico-resistenti». I ricercatori hanno testato in laboratorio l’attività antibatterica di ciascun componente del miele su un gruppo di batteri antibiotico-resistenti, isolandoli selettivamente per determinare il loro contributo antibatterico individuale.

Dall’analisi della defensina-1, gli scienziati hanno concluso che la grande maggioranza delle proprietà antibatteriche del miele proviene proprio da questa proteina. Questa informazione mette in luce anche il funzionamento interno del sistema immunitario delle api, che potrebbe un giorno aiutare gli allevatori a creare api più sane e robuste. «Sappiamo infatti da tempo che il miele può esserci d’aiuto nei mali, ma non sapevamo in che modo», ha commentato il direttore del Faseb Journal, Gerald Weissmann.

Acidità e Indigestione:
Cospargere un po ‘di cannella in polvere su 2 cucchiai di miele e prendere prima dei pasti al fine di alleviare l’acidità e aiutare la digestione dei cibi pesanti.

Il miele sembra ridurre le infiammazioni, stimola la circolazione sanguigna e aumenta la crescita delle cellule epiteliali disposte all’interno dello stomaco e dell’intestino.

Alcuni studi hanno dimostrato che il miele uccide l’Helicobacter pilori, il batterio responsabile della maggioranza delle ulcere.

loading...