Bagni di vapore vaginali: la saggezza per ridurre i crampi mestruali.

Chi l’ha provato afferma che ha risolto il problema dei dolori mestruali, ha disintossicato l’organismo sentendosi più leggera e migliorando l’umore e soprattutto, è in grado di curare l’infertilità.

Una popolare, nuova tendenza negli Stati Uniti è il bagno di vapore vaginale e viene offerto nelle terma e centri benessere olistici da Southern California a New York al fine di affrontare una serie di problemi di salute. Anche se non è tecnicamente nuovo è stato utilizzato nella medicina antica per secoli, si tratta di una tendenza riemergente a quelle negli Stati Uniti ed è anche conosciuto come 'chai-Yok' in Corea e 'Bajos' in Centro e Sud America. Per chi non ha familiarità con il bagno di vapore vaginale, pensa ad esso come un farmaco, a base di erbe, il vapore per la vagina.

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.0 Transitional//EN" "http://www.w3.org/TR/REC-html40/loose.dtd">
Bagni di vapore vaginali

Gwyneth Paltrow, la famosissima attrice americana, lo consiglia a tutte nel suo blog affermando: “È un rilascio energetico, non solo un bagno intimo, serve a bilanciare gli ormoni femminili” e sembra essere divenuto una moda ad Hollywood.

I Bagni di vapore vaginale o yoni sono un vecchio, trattamento per le donne utilizzato dalle levatrici Maya e dai guaritori tradizionali del Centro e Sud America. La pratica è menzionata nelle prime cronache dei frati spagnoli che hanno preso tempo per registrare le pratiche di guarigione dei Maya e degli Aztechi. Sono un trattamento comune ed efficace per molti disturbi femminili, in particolare quelli di natura grave o cronica. Sono eccellenti per la dismenorrea, amenorrea, cisti ovariche, fibromi cervicali e come un aiuto di salute generale per evitare qualsiasi di questi disturbi. I vapori vaginali possono essere fatti regolarmente ogni mese. Quanto spesso dipende dalla gravità della condizione della donna.

I vapori vaginali sono anche buoni come cura preventiva. Per coloro che hanno un ciclo normale senza dolore, si consiglia un vapore vaginale quattro volte l’anno appena prima delle mestruazioni. Le donne in menopausa hanno riferito coaguli al passaggio e, sangue denso scuro anche un anno dopo che le mestruazioni erano cessate. “Meglio fuori che dentro” è il mio motto. La combinazione di vapore e oli essenziali dalle piante penetrano in profondità nella cervice e utero per rimuovere fluidi mestruali induriti e accumuli patologici che non sono propriamente scrollati via con ogni ciclo mensile. L’indurimento della membrana uterina provoca dei crampi feroci all’utero per espellere l’accumulo indurito e addensato.

Tuttavia l'efficacia di vapori vaginale non si limitata a semplicemente ad eliminarne i  crampi. I bagni di  vapore sono stati conosciuti dalle donne nel corso della storia per:

Significativamente ridurre il disagio, gonfiore e stanchezza associata a cicli mensili
Diminuire il flusso mestruale, nonché ridurre il sangue viola o marrone scuro al momento della comparsa o alla fine delle mestruazioni
Regolare i cicli mestruali irregolari o assenti
Aumentare la fertilità, soprattutto se combinati con massaggio addominale Maya
Accelerare la guarigione e tonificare il sistema riproduttivo dopo la nascita
Trattare fibromi uterini, cisti ovariche, debolezza uterina e prolasso uterino
Assistenza nella guarigione delle emorroidi
Trattare le infezioni vaginali / croniche da lievito, e mantenere l'odore sano
Alleviare i sintomi della menopausa

COME FARE I VAPORI VAGINALI A CASA

E’ un processo molto semplice che necessita di:

2 litri di acqua
30 grammi di erbe fresche o secche: origano, basilico, calendula, rosmarino e artemisia (potete metterne solo un tipo o mescolarne diverse)
una coperta
una sedia
un’ora di tempo

Altre erbe utili per bagni di vapore vaginali sono bardana, camomilla, achillea, piantaggine, lavanda e timo. Non si usano gli oli essenziali per vapori vaginali in quanto sono troppo concentrati per questo scopo.

Indicazioni:

Immergi le erbe in una pentola di acqua bollente per dieci minuti con il coperchio. Metti la pentola sotto una sedia con un buco al centro dove poter far passare il vapore. Alcune donne siedono sulla tazza del water mettendo la pentola dentro il water (se rimane ferma senza scivolare). Ci toglie i vestiti completamente dalla vita in giù, ci si siede sulle erbe fumanti e ci si copre con una coperta dalla vita in giù. Ciò mantiene il vapore contenuto sotto la coperta. Devi sentirti a tuo agio con la temperatura del vapore e non deve essere esposto a correnti d’aria fredde. Se è troppo caldo aspetta fino a quando il vapore è caldo ma confortevole. Alcune donne dicono di gustare le erbe sulla lingua dopo soli cinque minuti. Siccome devi stare a tuo agio può anche usare una coperta per avvolgere la parte superiore del corpo e poggia i tuoi piedi su un tappeto o indossa dei calzini caldi. Della durata di circa 20 minuti, il bagno di vapore è un processo di guarigione che fa pulizia nell’utero, cervice e ovaie.

In seguito, dovresti stare a letto per un’ora sotto le coperte calde o semplicemente essere sicuri di stare al caldo. La sera prima di andare a letto è il momento migliore per fare un bagno di vapore vaginale. Con quale frequenza?

Se hai molto dolore con le mestruazioni, si consiglia di fare 3 vapori vaginali la settimana prima dell’inizio del tuo ciclo. Ripetilo ogni mese fino a quando i tuoi fluidi mestruali sono rosa e non hai più crampi.

Per le donne subito dopo il parto l’ostetrica sa quando è il momento giusto a seconda delle condizioni della madre. Se tutte le cose sono normali dopo il parto, il bagno di vapore potrebbe essere eseguito fin dal primo giorno o entro i successivi sette-otto giorni. Ogni levatrice sembra avere un protocollo diverso, ma nel corso dei decenni ho imparato che è ovunque da uno a nove giorni dopo il parto e può essere ripetuto più di una volta. Per le donne post-parto l’obiettivo è quello di purificare la membrana uterina.

I medici moderni non conoscono questa tecnica e non la consigliano nemmeno perché non credono nella sua efficacia. Eppure le testimonianze di guarigione e funzionamento sono tantissime e puoi vederle su internet. Comunque sia i medici riconoscono che non è una pratica invasiva e che non può fare danni, quindi il mio consiglio è assolutamente di provarla e testare l’incredibile sensazione di pulizia e sollievo che ogni donna conferma di provare dopo il lavaggio vaginale. C’è, addirittura, chi sostiene di essere riuscita a concepire proprio grazie ai bagni di vapore vaginale.

loading...