Scottature solari: Come proteggersi e trattare le scottature?

Scottature solari: Come proteggersi e trattare le scottature? Trascorrere una discreta quantità di tempo sotto il sole senza seguire le linee guida per l'esposizione sicura, probabilmente può dare luogo a dolorose e fastidiose scottature. L'esposizione al sole può essere terapeutica solo quando avviene in tempi adeguati. Troppo sole non fornisce alcun beneficio e può solo provocare scottature.

Si tratta di una risposta infiammatoria del corpo da sovraesposizione della pelle ai raggi ultravioletti. Ambedue i raggi UVA e UVB possono determinare l'abbronzatura e le scottature ma gli UVB agiscono molto più rapidamente.

Tuttavia, quando i raggi UVB raggiungono la superficie della pelle, la stessa converte un derivato del colesterolo in vitamina D3. Un meccanismo che è bene conoscere.

Attenzione: non vi è alcun beneficio aggiuntivo dello stare al sole più a lungo del necessario. Aumentano solo le possibilità di ustioni, che sono assolutamente da evitare. Il rischio di scottature è maggiore nelle persone che hanno una carnagione chiara, perché hanno una minore concentrazione di melanina nella loro pelle rispetto a coloro con carnagione più scura.

Scottature: segni e sintomi

Spesso, i primi segni rivelatori di scottature consistono in:

  • Arrossamento della pelle o eritema

  • Pelle tiepida o calda al tatto

  • Disagio quando la pelle viene toccata o strofinata dai vestiti

  • Secchezza o desquamazione della pelle

  • Secchezza o rugosità accentuata della pelle

Questi sintomi non sono immediatamente visibili dopo poche ore dall'esposizione e sono più dolorosi nelle prime 24 ore.

Proprio come le ustioni ordinarie, le scottature solari vengono classificate in primo, secondo, e terzo grado. Le scottature di primo e secondo grado sono abbastanza temporanee e gestibili a casa. Le scottature di terzo grado, possono creare lacerazioni e infezioni alla pelle, febbre e brividi ed è consigliabile rivolgersi ad un medico.

E 'importante capire che i benefici dell'esposizione al sole superano di gran lunga i rischi, ed è per questo che evitare il sole è imprudente. Per godere continuamente degli effetti positivi dell'esposizione al sole senza bruciarsi, è bene seguire alcuni suggerimenti per la sicurezza:

Scottature solari

Scottature solari

 

  • Proteggere il viso e gli occhi indossando un cappello a tesa larga. La pelle intorno a queste aree è molto più sensibile rispetto ad altre zone del corpo ed è più a rischio di danni estetici come le rughe premature e cheratosi..

  • Idratare la pelle in modo naturale. Prima di prendere il sole, applicare olio di cocco biologico sulle aree della pelle esposte. Questo non solo per idratare la pelle e prevenire la secchezza, ma anche per i benefici metabolici aggiuntivi.

  • Limitare l'esposizione iniziale e lentamente aumentare i tempi. Un individuo con la pelle chiara tende a scottarsi facilmente per cui occorre limitare l'esposizione iniziale a pochi minuti, soprattutto se si è in piena estate. Quanto più la pelle sarà abbronzata più a lungo si potrà stare al sole. All'inizio o alla fine della stagione una persona dalla pelle scura, potrebbe stare tranquillamente 30 minuti esposta al sole sin dal primo giorno. Coloro molto pigmentati con antenati di origine africana, indiana, o del Medio Oriente, normalmente non debbono preoccuparsi dei tempi di esposizione.

  • Costruire un schermo protettivo interno con benefici antiossidanti ad esempio con l'Astaxantina, le proantocianidine, il resveratrolo, e il licopene. La quantità di antiossidanti che proviene dalla dieta gioca un ruolo importante ed efficace per diminuire il rischio delle scottature (3). Più antiossidanti sono presenti nella pelle, minore è il rischio di ustioni. Agiscono come una specie di crema solare interna e permettono di massimizzare l'esposizione al sole, riducendo al minimo i rischi. Fonti alimentari di antiossidanti efficaci comprendono cibi come le verdure fresche e frutta tipo lamponi, more e mirtilli.

  • Le Vitamine A e C sono importanti. Le nostre cellule li utilizzano per regolare sia l'assorbimento della luce che la protezione contro la sovraesposizione al sole. Assicurarsi di avere questa protezione integrata (soprattutto in caso di pelle chiara), per poter esporre almeno il 40 per cento del corpo alla luce solare per un tempo di almeno 20 minuti al giorno.

    Come trattare e lenire le scottature da troppo sole

    In luogo di prendere farmaci da banco, antinfiammatori o antidolorifici che possono solo peggiorare la condizione, in modo naturale, si può ricorrere a questi rimedi casalinghi:

    • Aloe vera – E' uno dei migliori rimedi per aiutare a curare la pelle ustionata, dotato di potenti glyconutrienti che accelerano la guarigione. Idealmente, è meglio usare il gel direttamente dalla pianta. Tagliare una foglia matura di aloe, aprirla,  ne uscirà un succo denso e gelatinoso che si può utilizzare come un unguento per ridurre il bruciore e l'arrossamento della pelle scottata dal sole. Applicare cinque volte al giorno fino a quando le condizioni migliorano.

    • Patate - contengono composti a base di amido che possono aiutare a lenire le scottature. Tagliare una patata cruda a fette, e strofinare delicatamente uno o più pezzi sulla parte dolorante. Si può anche provare a grattugiare a freddo una patata cruda e applicarla come un impiastro.

    • Miele - Gli antichi egizi erano noti per utilizzare il miele come un unguento topico per ustioni cutanee. Kathi Kemper, MD autore di Holistic Pediatrician, afferma: "Gli studi confermano che il miele potrebbe essere più efficace di alcune creme antibiotiche per accelerare la guarigione, ridurre l'infezione e il dolore."

    • Aceto - L'acido acetico presente nell'aceto sembra funzioni per ridurre il dolore, il prurito e l'infiammazione. Aggiungere una tazza di aceto di sidro nell'acqua del bagno e immergere le parti del corpo con le scottature.

    • Il tè verde – la catechina del tè verde e l'acido tannico aiutano a lenire il dolore delle scottature. Immergere un paio di bustine di tè in acqua fredda e utilizzare le bustine di tè direttamente come un impacco freddo sulle aree bruciate, oppure lavare delicatamente il viso e le altre parti del corpo doloranti con l'estratto di tè freddo. Gli studi hanno anche trovato che bere solo due tazze di tè verde al giorno può fornire benefici supplementari per la protezione solare.

    • Cetrioli - semplicemente applicandoli sulle scottature hanno effetti lenitivi immediati. È anche possibile usarli schiacciati come una pasta e applicarla sulla pelle.

    • Calendula - Ha proprietà anti-infiammatorie e curative naturali che sono particolarmente utili per le ustioni. Anche se ci sono molte creme alla calendula vendute nelle farmacie oggi, è possibile preparare in proprio un impiastro con fiori freschi di calendula per ottenere una rapida guarigione dalle scottature.

    Ulteriori suggerimenti per le scottature solari

    • Bere molta acqua.

    • Immergere le zone colpite in una vasca di acqua fredda per ridurre il dolore e il bruciore.

    • Non lavare le scottature con saponi aggressivi per evitare ulteriori irritazioni.

    • Evitare di applicare vaselina sulle scottature in quanto può aggravare il bruciore bloccando i pori.

loading...