La bustine di tè contengono quantità illegali di pesticidi (evitare questi marchi a tutti i costi)

I pesticidi sono ovunque. Essi vengono spruzzati in cortili delle scuole e parchi pubblici, e possono anche essere trovati sul prodotti che acquistiamo dal negozio di alimentari. Facciamo tutto ciò che possiamo fare per evitare il contatto con questi pesticidi, dal lavaggio i nostri prodotti prima che li mangiamo per l'acquisto di frutta e verdura biologica o fatta in casa.

Facciamo tutto il possibile per evitare di consumare questi pesticidi tossici, eppure in qualche modo si riesce sempre a trovare un modo di ritrovarli nella nostra casa. Uno degli esempi più recenti di questo include la scoperta di incredibilmente alti livelli di pesticidi in alcuni dei marchi di tè più popolari del mondo, tra Lipton, Tetley e Twinings.

Pesticidi negli Tea

Pesticidi negli Tea

CBC News ha condotto un'indagine sui livelli di pesticidi della maggior parte delle grandi aziende tè produttrici. Queste sono le società incluse:

Lipton (tè verde puro e Yellow Label tè nero)
Tetley
Twinings
Red Rose
Senza nome
Uncle Lee’s Legends of China(tè verde e gelsomino tè verde)
king Cole
Segnale

Utilizzando un laboratorio accreditato, gli investigatori CBC hanno utilizzato lo stesso metodo di prova utilizzato dall'agenzia nazionale alimentare per verificare residui di antiparassitari sulle foglie di tè asciutte.

I ricercatori hanno scoperto che più della metà di tutti i tè testati aveva residui di pesticidi che erano al di sopra del limite legalmente accettabile. Otto dei 10 tè testati conteneva anche più sostanze chimiche, con una marca di tè che contiene oltre 22 diversi tipi di pesticidi.

Alcuni dei pesticidi che sono stati scoperti nel tè, tra cui l'endosulfan e monocrotofos, sono attualmente in fase di essere banditi da diversi paesi a causa del rischi per la salute che rappresenta per i lavoratori che gestiscono e l'impatto negativo sull'ambiente.
Migliore Red Rose Tea e  Peggiore Uncle Lee’s Legends of China

Red Rose Tea

Anche se la maggioranza dei marchi di tè testati conteneva tracce di pesticidi (solo un marchio non li aveva, ci arriveremo tra un po '), alcune marche contenevano una quantità enorme di pesticidi, mentre altri sono rimasti al di sotto dei limiti di legge.

Uncle Lee’s Legends of China (tè verde). Questa marca di tè contiene più di 20 diversi tipi di pesticidi, tra cui l'endosulfan, che è attualmente in fase di essere bandito da molti paesi diversi a causa dei suoi effetti sulla salute e l'ambiente. Gli effetti collaterali del consumo di endosulfan includono tremori e altri effetti sul sistema nervoso, e in alcuni casi mangiare cibi contenenti con endosulfan ha portato alla morte.
No Name. Anche se non si tratta di un posto vicino del tè verde dello zio Lee,  contiene ancora oltre 10 diversi tipi di pesticidi.
King Cole. Questo tè non è così carico di pesticidi come il marchio No Name , ma ha una più ampia varietà di pesticidi, tra cui il monocrotofos soon-to-be-bandito, che sono noti di causare la defecazione involontaria, battito cardiaco irregolare e ha provocato per indurre coma.

L'industria del tè non è rimasta tranquilla durante queste indaginie. James O 'Young, vice presidente di Uncle Lee’s Legends of China, risultato per essere il marchio che conteneva il maggior numero di pesticidi, ha difeso il contenuto di pesticidi del suo tè, sostenendo che tutti i tè contenevano i pesticidi.

O'Young fatto questa affermazione ignorando il fatto che l'indagine della CBC ha scoperto che, dei 10 diversi marchi di tè testati, Red Rose è stato l'unico prodotto che è tornato completamente privo di pesticidi. Questo dimostra che non solo è possibile coltivare il tè senza avere residui di antiparassitari, ma che i rappresentanti di grandi aziende stanno palesemente mentendo.

Supportare le aziende del tè senza pesticidi, evitando le marche che contengono i pesticidi,  e acquistare solo i marchi che sapiamo che contengono poco o nessun pesticida.

Un elenco completo delle diverse marche di tè testati durante le indagini di CBC : Trovi qui

loading...
Tags: ,