Il Benessere del corpo è una questione di cervello!

Il Benessere del corpo è una questione di cervello! Tra i buoni propositi di noi donne c’è sempre ritrovare la forma fisica, magari perdendo anche qualche chilo. Ecco qualche consiglio per raggiungere lo scopo.

Il primo passo è la definizione degli obiettivi, senza non si va da nessuna parte. Sembra un’affermazione banale, ma è essenziale: quando si vuole uscire di casa a fare un giro è fondamentale avere una meta, se non la si ha, il risultato è un girare a vuoto che difficilmente soddisfa. Stessa cosa per chi vuole ritrovare la forma, non basta dirlo, bisogna dettagliare tutti gli obiettivi che si vogliono raggiungere in ordine di importanza. Definiti gli obiettivi, bisogna iniziare a mettere in atto tutte le strategie possibili per raggiungerli, senza indugio. Capita spesso che si rimandi a domani l’inizio ricercando fantasiose giustificazioni. Agli occhi degli altri possono essere dei buoni motivi, ma difficilmente si può ingannare la nostra coscienza che percepisce questo tergiversare come una sconfitta che va a ledere la nostra autostima ed incide negativamente sul risultato delle nostre intenzioni.

Benessere del corpo è una questione di cervello

Ricordati: sei speciale!

Se da una parte siamo tutte donne così che si possano individuare dei tratti comuni, dall’altra siamo tutte speciali. La nostra unicità fa si che un percorso dimagrante che ha effetto su una persona, non è detto che sia altrettanto efficace per un’altra. È dunque importante individuare le strategie personali analizzando eventuali esperienze passate e, se ne si ha la possibilità, facendosi aiutare da persone preparate (dietologi, personal trainer)

 

Pianifica come un vero stratega di guerra

Per arrivare alla meta si dovranno pianificare delle strategie che permettano il suo raggiungimento: in particolare non potranno mancare dieta e attività fisica. Bisogna prestare la massima attenzione nella programmazione di tali attività: solo equilibrio e costanza garantiscono il successo. Se non si ama lo sport, organizzare una sessione giornaliera diventerebbe un appuntamento così insopportabile che, inevitabilmente, dopo una settimana inizierebbero le diserzioni e dopo due l’abbandono totale dell’attività. Stesso discorso per la dieta: troppe restrizioni potrebbero provocare risultati contrari a quelli che ci siamo prefisse. Nel pianificare le nostre strategie dobbiamo considerare ciò che ci piace, la nostra routine quotidiana, le nostre priorità e creare un programma che si adegui ad esse. Solitamente la richiesta è l’esatto contrario, ovvero siamo noi a doverci adeguare ad un programma: ecco spiegato il perché di tanti fallimenti.

 

Gioca d’astuzia

Ci sono cose che devono essere fatte anche se non le si ama, ma con qualche astuzia non è detto che non possano diventare appuntamenti piacevoli. Ad esempio, la corsa o la camminata veloce sono ottime attività per bruciare i grassi in eccesso, ma non sempre piacciono; per rendere l’appuntamento più gradevole, si può acquistare un lettore MP3 ed allenarsi a tempo di musica: si vedrà tutto sotto un’altra prospettiva. Un piccolo trucco può rendere il cammino infinitamente più piacevole, quindi, non mettiamo freno alla nostra fantasia.

Conosci i tuoi nemici e combattili

Quando si segue un percorso difficile, è facile cadere in tentazione … alla fine il piacere è il sale della vita, ma c’è differenza tra un peccato di gola o un’abbuffata dettata da eventi stressanti. Nel primo caso, nessun problema, a patto che non diventi un’abitudine! Nel secondo caso, invece, bisogna prestare attenzione. Se è un disturbo che si ripete spesso, è il caso che chiediamo aiuto a persone qualificate che ci facciano superare il problema, se invece è un evento temporaneo, cerchiamo di capirne le motivazioni e di escogitare strategie che ci aiutino a fronteggiare questi momenti, magari distraendoci con altre attività oppure facendo in modo di evitare l’evento scatenante.

 

Presta attenzione alle piccole cose

“Non dimagrisco eppure ai pasti non mangio molto”. Sì, ma fuori pasto? Spesso si mangia poco ai pasti con l’intenzione di dimagrire, ma ciò autorizza a mangiare cioccolatini, caramelle, tortine, “tanto a pranzo ho mangiato poco”. Il problema è che questi cibi, sebbene così piccoli da sembrare innocui, sono cibi altamente calorici che fanno recuperare le calorie risparmiate ai pasti con interessi usurai!

 

L’ottimismo è la chiave del successo

Per il raggiungimento del nostro obiettivo è fondamentale vedere il percorso indossando gli occhiali dell’ottimismo, non ci dobbiamo abbattere per gli insuccessi, che devono essere uno stimolo per impegnarsi ancora di più e dobbiamo gioire per le conquiste.

loading...