In che modo il carbone attivo ti aiuta a prenderti cura della tua salute?

Molti prodotti dietetici includono carbone attivo come ingrediente con proprietà salutistiche positive. Cos’è il carbone attivo e quali sono le sue proprietà reali?

Il carbone attivo è una sostanza che è stata utilizzata in medicina naturale per trattare diversi problemi di salute, come il controllo del colesterolo o la cura della pelle e dei denti.

Il carbone attivo

Il carbone attivo

Il carbone attivo: come funziona il processo di attivazione

Il carbone attivo, chiamato anche carbone vegetale, si trova comunemente sotto forma di piccole perline nere o di materiale spugnoso. Spesso usato per la disintossicazione, troverai facilmente questo elemento presente nei filtri dell’acqua e in altri metodi di purificazione. Per attivare il carbone, il carbonio deve essere a contatto con l’ossigeno. Quando l’ossigeno colpisce il carbonio, crea piccoli fori che interagiscono con il carbone e aumentano le superfici disponibili per le reazioni chimiche.

Una sostanza con un’alta capacità di assorbimento

È una polvere fine che si ottiene dalla lavorazione di diverse materie prime ad alte temperature, come gusci di cocco, olive o segatura.

La sua caratteristica principale è che la superficie è piena di pori di dimensioni molto piccole. Sono questi pori che spiegano le loro proprietà, poiché catturano e assorbono sostanze diverse.

Il confronto del carbone attivo con una spugna ha successo. E poiché non può essere assorbito attraverso l’intestino, lascia il corpo insieme alle tossine.

Serve a trattare gli avvelenamenti

Questa capacità di assorbimento giustifica che il carbone attivo è il farmaco di scelta da trattare immediatamente – sempre sotto controllo medico – sovradosaggio di farmaci come aspirina, paracetamolo o farmaci sedativi.

Nei pazienti con insufficienza renale, il carbone attivo può contribuire a ridurre il carico di lavoro riducendo la quantità di rifiuti che raggiunge i reni.

Può aiutare a controllare il colesterolo

La capacità di assorbimento del carbone attivo può essere utilizzata per ridurre i livelli di colesterolo.

In uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista medica Lancet è stato dimostrato che l’assunzione di 24 g al giorno di carbone attivo suddiviso in tre dosi è riuscita a ridurre il colesterolo totale e le LDL cattive del 25%.

Un’altra indicazione del carbone attivo è la riduzione dei gas digestivi.

Un aiuto nella perdita di peso

Il carbone attivo è incluso in alcuni prodotti che favoriscono la perdita di peso come parte di una dieta ipocalorica, come Black Latte. Di solito è accompagnato da altri ingredienti che aiutano ad attivare il metabolismo, aumentano la sensazione di pienezza e, di conseguenza, riducono l’appetito. Gli ingredienti di Black Latte offrono diversi vantaggi legati alla perdita di peso. L-carnitina, omega 3, carbone attivo e latte di cocco sembrano essere efficaci nell’aiutarti a perdere peso. D’altra parte, c’è ancora una mancanza di prove scientifiche per considerare il carbone attivo un ingrediente che effettivamente promuove la perdita di peso.

Prevenire eventuali mancanze

Allo stesso modo in cui il carbone attivo assorbe le tossine o il colesterolo, può anche assorbire i nutrienti e prevenirne l’assorbimento.

Pertanto, se viene utilizzato carbone attivo, è consigliabile assicurarsi che una dieta particolarmente ricca di micronutrienti (minerali e vitamine) venga utilizzata per evitare carenze. Aumentare le razioni di verdure, verdure e legumi è un’efficace misura preventiva e può avere solo conseguenze positive sulla salute.

Indicazioni cosmetiche

Viene anche applicato sulla pelle per detergere e trattare l’acne, e viene aggiunto ai dentifrici per sbiancare i denti e migliorare l’igiene orale. A seconda dei principi attivi a cui è associato, infatti, vanta anche proprietà detossinanti, rinforza il film idrolipidico, illumina l’incarnato e svolge un’azione antietà.

Lievi effetti collaterali

Il carbone vegetale attivo è considerato una sostanza abbastanza sicura. A dosi elevate, alcune persone possono reagire con nausea e vomito. In casi molto rari si sono verificati blocchi intestinali.

Stitichezza e sgabelli tinti di nero sono altri possibili effetti collaterali. Aumentare l’assunzione di acqua può prevenire la stitichezza.

Le persone che stanno assumendo farmaci non devono prendere carbone attivo senza il permesso del medico, perché potrebbe ridurre il suo effetto.